I presepi di ispirazione partenopea e romani, risentono della tradizione popolare italiana, Maurizio

Soffiatti si ispira per i suoi lavori presepali alla cultura italiana, naturalmente ogni paese della penisola possiede le sue ambientaioni, usi e costumi,

ma il presepi di Napoli conosciuto in tutto il mondo è per tutti il presepe popolare n° 1 per stile e contenuti storici e di ricerca, il romano, perchè

l'artista è di Roma, e in questo modo omaggia la sua città. Per non confondere la differenza tra popolare e storico, va subito detto che il presepe

storico non esiste, semmai di "ambientazione storica" allora si, che si può parlare di ambientazioni scarne fatte di territori brulli, pietrosi, con ulivi e

cespugli, le case, basse pietrose di colore bianco con piccole finestre e quasi tutte con cupoletta e cisterna per l'acqua, ma questo genere di presepe,

forse il più veritiero è spesso snobbato dalla popolazione locale delle nostre città perchè il presepe rispecchia anche la civiltà di dove viviamo. Non a

caso i Napoletani inseriscono nei loro presepi anche i personaggi del momento, Totò, Maradona non mancano mai, ma anche politici,presentatori,

giudici e altri, per non parlare delle ambientazioni, a Napoli, tante famiglie svuotano le stanze dei mobili e costruiscono fantasiosi e gicanteschi

presepi, con terra vera e semnata per l'occasione per avere il prato vero, si incomincia a Ottobre, ma forse pure in Estate, del resto a Napoli il

presepe viene costruito e venduto sempre. Maurizio Soffiatti, con tempra e spirito del ricercatore, realizza i suoi presepi di ispirazione partenopea

con la tecnica e la formalità storica dividendo l'ambientazione in 2 parti, il Mistero e il Diversorio, nel Mistero la Natività, sotto ruderi o colonne

bianche, un bel volo di Angioli, Serafini Carubini e altre creature celesti della religiosità Cristiana e cattolica e nel Diversorio il chiasso e la fantasia

napoletana, nel presepe mai deve mancare il gozzuto il veggente l'uomo che dorme e poi tanti animali, anche esotici, gente, popolani, pastori, musici,

mercatini, carrettini e Maurizio Soffiatti per completare la sua ricognizione scientifica e di cultura nel presepe di ambientazione napoletana inserisce

del suo anche i venditori di fuochi artificiali, i mariuoli con il gioco delle tre carte, i venditori di sigarette, di limonate, melonarie a fette, di mitili da

asporto, le locande con i cartelli all'ingresso "camere con vista" il botteghino con il giuoco del lotto e naturalmente il mare in movimento il pino di

Napoli e il Vesuvio con fuoco e pennachio realistico, il tutto azionato da piccoli motorini. Nei presepi romani si ricreano scenette dei rioni capitolini, o

la novità di riprodurre la Natività a piazza Navona o negli studi cinematografici di Cinecittà, ricerca e idee non mancano a Maurizio Soffiatti, che con

dedita passione svolge il suo lavoro con diligenza, serietà e soprattutto con il cuore di artista. Per vedere altre foto passate alla pagina della Galleria

dei Presepi, nella foto un tipico esempio di ambientazione partenopea con Totò e il grande Edoardo vestito da Pulcinella, il presepe è azionato da un

motorino.  

 

 

 

MAURIZIO SOFFIATTI

presepi e dipinti
VIA MARINO LAZIALE, 14
telefono 06 7822871 cellulare 347 3062073
00179 ROMA ITALIA

                                                                                                                                                                                      

                                                                                 

                                                                                                       

Homepage gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!